Inchiodati grazie alle cimici della GdF. Frode da 135mila euro