Procura di Roma ha inviato al Cairo una nuova rogatoria