Il presidente alle celebrazioni Grande Guerra: no errori del passato