Profughi, in gran parte somali, a bordo della fregata Espero