"Inaccettabile vedere turisti prenotati da mesi in fila"