Inaugurata dopo restauro finanziato da mecenate Yuzo Yagi