'Non e' agli atti, lo sapremmo'. E l'Espresso continua a difendersi