La prima volta in Italia, il paziente scherzava e parlava coi medici