Tre famiglie con sei bambini, tutti siriani e musulmani