Roma (TMNews) - Agenda digitale e innovazione tecnologica: un'occasione per fare ripartire lo sviluppo, creare nuovi posti di lavoro e avviare contemporaneamente una consistente spending review. A fare il quadro è il vice presidente di Ibm Italia, Roberto Zardinoni. Con l'applicazione di quanto previsto dall'Agenda Digitale, ad esempio, dice Zardinoni, si creerebbero nella Ue 1,2 milioni di nuovi posti di lavoro entro al 2015.