Roma, (TMNews) - C'è una vera e propria voragine sulla sicurezza degli iPhone. A lanciare l'allarme è una società specializzata, la FireEye, che per dimostrare la falla ha creato una apposita "app", compatibile con l'ultimo modello di melafonimo. Registra tutti i comandi digitati dall'utente, e sfruttando alcuni protocolli crittografici può trasmettere i dati carpiti a un server remoto. Tutto nella totale inconsapevolezza del proprietario.La questione è emersa poco dopo che il gigante informatico californiano ha messo a disposizione aggiornamenti del sistema operativo, dettati proprio dall'esigenza di tamponare alcune falle sulla sicurezza. Apple però finora ha fornito informazioni solo limitate sul problema.Secondo FireEye eventuali software di monitoraggio possono essere mascherati ad esempio da applicativi di musica, e raccogliere informazioni in background. Prima che il problema venga del tutto risolto l'unico modo per gli utenti di mettersi al riparo è quello di chiudere le app in background dal task manager. In pratica bisogna premere due volte velocemente il tasto Home e far scorrere verso l'alto la app da chiudere.