Firenze, 13 giu. (askanews) - Le "riforme strutturali non vannofatte perché richiesto da altri, dall'Europa, dalla Bce o daimercati. Viviamo in un Paese in cui sono necessari cambiamentiforti e radicali" perché "si sono incrinati i meccanismi che cihanno permesso standard di vita elevati". Lo ha detto IgnazioVisco, governatore della Banca d'Italia, intervenendo alla"Giornate del lavoro" della Cgil a Firenze.