Roma, (askanews) - Nuovo incidente diplomatico del ministro delle Finanze greco, Yanis Varoufakis. Stavolta a scatenare la polemica è un filmato che risale al 2013, in cui durante una conferenza a Zagabria, rivolgendosi alla Germania mostrava in maniera abbastanza chiara il dito medio. Il vulcanico ministro ha cercato di smentire, asserendo durante un talk show tedesco che si trattava di un video "contraffatto".Ma la sequenza di immagini sembra abbastanza inequivocabile. Soprattutto per le parole che Varoufakis pronuncia. "La Grecia - spiegava l'allora semplice economista - avrebbe dovuto semplicemente fare come l'Argentina, annunciare nel gennaio 2010 che faceva insolvenza sui pagamenti restando nell'euro. E mostrare il dito alla Germania - è a quel punto che si lascia andare al gesto "incriminato" - dicendo: 'bene, ora potete risolvervi questo problema da soli'".