Milano, (TMNews) - Le sofferenze del settore bancario italiano, che a fine 2013 hanno toccato il livello più alto dal 1999 a quota 156 miliardi di euro, aumenteranno ancora nei prossimi mesi, ma complessivamente nel 2014 è attesa una stabilizzazione. Parola dell'Ad di Unicredit Federico Ghizzoni. "Penso che una crescita del 20% al mese sia troppo", ha dichiarato l'Ad a margine di un incontro per presentare un'iniziativa del gruppo Zegna, commentando il +24,6% di aumento delle sofferenza del sistema bancario italiano registrato nel bollettino di dicembre 2013 di Bankitalia. "Quello che penso è che sono in crescita (le sofferenze ndr) e credo che la crescita continuerà ancora per qualche mese, ma si stabilizzeranno nel 2014", ha aggiunto Ghizzoni. "Noi all'interno di Unicredit vediamo una crescita ogni mese inferiore rispetto al mese precedente per cui pensare che si stabilizzeranno quest'anno non è fantascienza", ha concluso l'Ad di Unicredit.