Capri, (askanews) - Il fiscal compact va rivisto perché è evidente che non funziona più, soprattutto sul lato degli investimenti. Lo ha sottolineato il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, in una video-intervista al convegno di EY a Capri "Accelerare per competere per crescere".

"La discussione da aprire a Bruxelles il prossimo anno è sull'esistenza in vita del fiscal compact che è evidente che non funziona più. Nessuno lo sta rispettando. Le regole - ha detto Calenda - non stanno funzionando più e non funzionano sul lato degli investimenti. Si costruisce una società che va avanti e si costruisce con l'incremento degli investimenti pubblici e privati che vanno considerati fuori dal Patto di stabilità".

Per Calenda si tratta di "una battaglia politica che puoi fare rispettando le regole e noi abbiamo fatto una manovra strutturata in modo da rispettare le regole".

Inoltre, sull'ipotesi di un superammortamento per gli investimenti in banda ultralarga nelle aree cosiddette grigie, dove lo stato non può intervenire in maniera diretta per sostenere lo sviluppo della fibra, Calenda ha spiegato: "Abbiamo dato una grande attenziona alle aree bianche ma sono cruciali le aree grigie dove c'è il 70% delle imprese. I voucher sono uno strumento che la Commissione Ue ammette ma non si risolve tutto con i voucher. Una delle analisi che stiamo facendo è di considerare una parte degli investimenti in superammortamento. C'è un ragionamento aperto anche con Bruxelles. Le aree grigie sono il pezzo che realmente cambia il sistema produttivo italiano".