Milano (TMNews) - Primi, seppur timidi, segnali di ripresa arrivano anche dal turismo: settore cruciale in un Paese come l'Italia, come ha recentemente ribadito lo stesso presidente del Consiglio Enrico Letta. Secondo un'indagine di Federalberghi è infatti in lieve crescita il numero degli italiani che andranno o sono già andati in vacanza, aumentati rispetto al 2012 dello 0,9%. Crescono anche i turisti stranieri, che fanno registrare un incoraggiante +3%. Tra giugno e settembre, secondo l'organizzazione degli albergatori, 27 milioni di persone si concederanno almeno un giorno fuori casa. Il che significa però anche che 30 milioni rimarranno a casa, oltre la metà di loro per motivi economici. E a frenare l'ottimismo arrivano anche i dati sul fatturato del turismo, che resta in calo del 3%, così come non cresce l'occupazione. La fine della crisi, almeno nel settore turistico, resta quindi ancora lontana, ma per lo meno si cominciano a vedere dei segni più.