Bologna (TMNews) - Pensare alla città del futuro, a riqualificarle, renderle sicure e sostenibili e farle evolvere verso comunità intelligenti: a questo tema strategico è dedicato Smart City Exhibition, l'unica manifestazione che si occupa interamente delle città intelligenti, arrivata alla sua seconda edizione a Bologna. Focus sul turismo e riqualificazione ambientale, seguendo l'esperienza degli Usa testimoniata da Harris Mcdowell, senatore statunitense molto attento ai temi ambientali. Ma anche la presentazione del Master in "Design of People Centered Smart Cities", promosso dal Dipartimento STF dell'Università di Roma Tor Vergata con il sostegno del Forum Pa e concepito per fornire gli strumenti teorici e metodologici necessari ad affrontare con piena consapevolezza il design di città, territori "smart" da sviluppare intorno agli individui, alle loro comunità di appartenenza ed ai loro bisogni. Premiate poi la smart cities made in Cnr in collaborazione con l'Anci: Agordo, Riccione e Siracusa, i primi a sperimentare le metodologie e le soluzioni sviluppate dal progetto Cnr "Energia da fonti rinnovabili e Ict per la sostenibilità energetica". I comuni dovranno farsi carico delle spese di installazione di tecnologie e strumentazione messa a disposizione da Cnr. Il presidente del Cnr Luigi Nicolais: "Il Cnr si è impegnato per circa un milione di euro per ogni comune". Per le politiche si sviluppo delle città, secondo il ministro delle infrastrutture Maurizio Lupi, è fondamentale il canale dei finanziamenti europei.