Milano, (TMNews) - Turismo a corrente alternata nel nostro Paese ed estate con partenza fiacca. Secondo i dati di Federalberghi nei primi sei mesi del 2014 le presenze nelle strutture alberghiere italiane, pur segnando un + 2 per cento complessivo, hanno seguito un andamento altalenante: gli arrivi degli stranieri sono andati abbastanza bene a gennaio e febbraio con un incremento superiore all'uno per cento; in discesa invece a marzo (-2,1%); per poi segnare una forte impennata ad aprile oltre l'11,6%; poi di nuovo in calo a maggio sotto l'un per cento, e di nuovo in netto recupero a giugno. Stesso andamento da montagne russe per quanto riguarda le presenze italiane.E anche l'estate parte fiacca con un calo dello 0,3 per cento nel mese di giugno per quanto riguarda il turismo interno, va invece molto meglio quello degli stranieri che segna un incremento del 2,3 per cento. Un segnale che conferma la scelta del nostro Paese soprattutto per le bellezze naturali e la qualità dei servizi, e malgrado i prezzi superiori alla media europea.