Cernobbio, Como (askanews) - Il primo vice presidente dell'Ue Frans Timmermans spera "che con l'appoggio dell'Italia si possa anche andare oltre" il Migration Compact "perché abbiamo veramente bisogno di un accordo con i Paesi africani, per il loro sviluppo e anche per darci la possibilità di rimandare i cittadini di questi paesi a casa loro. Quello che oggi questi paesi non fanno". Lo ha detto a margine del Forum Ambrosetti in corso a Villa d'Este.

"Abbiamo fatto una proposta come Commissione che va nello stesso senso" della proposta italiana, e sarà esaminata dal Parlamento e dal Consiglio ha dichiarato il rappresentante dell'Ue dopo un intervento, a porte chiuse, sul tema "Integrazione o disintegrazione dell'Ue".

In ogni caso Timmermans ha ribadito l'intenzione di non lasciare più soli i Paesi maggiormente colpiti dalla crisi dei migranti. "Per tanti anni la Grecia e l'Italia hanno detto 'abbiamo un problema con l'immigrazione' e il resto dell'Europa ha risposto 'abbiamo Dublino, arrangiatevi'. Questo non funziona più. Abbiamo bisogno di solidarietà per assicurare la realizzazione di quel Compact con i Paesi africani proposto da Matteo Renzi, con un buon lavoro di protezione delle frontiere esterne e un rapporto di solidarietà fra i paesi europei di accoglienza dei migranti. Questo lo dobbiamo fare tutti insieme, altrimenti non lo faremo mai", ha concluso Timmermans.