Milano, (TMNews) - Le app si diffondono, un italiano su due ne scarica almeno una nuova alla settimana, e cambiano la società, il corpo diventa password, la fruizione dei video aumenta e cambia. Sono le tendenze dei consumatori per il 2014 secondo Ericsson ConsumerLab, programma di ricerca globale che studia come le persone usano i prodotti e i servizi Ict."Siamo entrati in una nuova fase di rapida diversificazione dell'uso degli smartphone, le persone cercano app in tutti i settori della società: questo può cambiare tutti gli aspetti della vita quotidiana dallo shopping, alla cura della persona, ai trasporti" spiega Michael Bjorn, Head of reasearch di Ericsson ConsumerLab.Le password si moltiplicano e i consumatori sono stufi: il 52% degli utenti di smartphone preferirebbe usare le impronte digitali. I dispositivi mobili si usano per monitorare i valori del corpo, come battiti e pressione, e le prestazioni sportive. L'accesso a Internet su scala globale è distribuito in modo diseguale, ma gli smartphone riducono il digital divide: in India e Indonesia sono il primo device per l'accesso a Internet. Il 56% degli utenti è preoccupato per la privacy online, ma questo non frena l'uso della Rete, e la fruizione di video on command aumenta: il 38% degli intervistati guarda video suggeriti da amici più volte alla settimana. Anche la fruizione di contenuti cambia, come luoghi e dispositivi: si può iniziare a vedere un video a casa e continuare mentre si va al lavoro. "I cambiamenti a livello individuale possono essere anche piccoli - conclude Bjorn guardando al futuro - ma l'impatto sulla società nel complesso sarà enorme".