Palermo, (TMNews) - E' necessario mantenere aperta la via diplomatica con la Russia, nonostante le tensioni tra Washington e Mosca sorte per la "questione Ucraina". Ne è convinto il vicepresidente della Commissione Europea Antonio Tajani, che a Palermo è intervenuto a un convegno su imprese ed Europa."L'Europa deve avere un ruolo più forte. Putin ha sbagliato, ma non dobbiamo commettere l'errore di chiudere la porta al dialogo con la Russia. Ci sono milioni imprese europee che lavorano in Russia. Il 30% del gas e il 30% del petrolio vengono dalla Russia, quindi ci sarebbero problemi legati al fabbisogno europeo. Giusto dire a Putin fermati, ma attenzione a non interrompere il dialogo. Gli Stati Uniti hanno risorse autonome, noi no".Tajani ha ribadito, inoltre, che l'Italia dovrebbe e potrebbe contare molto di più in Europa. Il problema - ha spiegato - è che il sistema Italia non considera ancora Bruxelles un'altra capitale.