Mestre, (TMNews) - Il governo si sta muovendo in modo corretto, ma il tempo a disposizione è poco dunque bisogna accelerare: è l'invito del presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, che arriva dal Convegno di Mestre promosso dalla Confindustria del Veneto con gran parte della Confindustrie del Nord per presentare il Manifesto del nuovo manifatturiero. "Bisognerebbe avere più coraggio e mettere in campo quello che è possibile perchè la situazione è drammatica. La ripresa che vedremo verso fine anno è solo perchè migliora la congiuntura internazionale ma i nostri problemi come Paese rimangono".Per Squinzi il messaggio che parte da Mestre è "che l'Italia deve ripartire dal manifatturiero per tornare a crescere", anche perchè la situazione è gravissima. "Se ne esce facendo tutte le cose che Confindustria sta chiedendo da tanto tempo in modo particolare la semplificazione normativa e burocratica del Paese, un intervento sul costo del lavoro".Il leader degli industriali italiani si è detto soddisfatto per la maggiore flessibilità sul bilancio che l'Unione Europea ha assicurato all'Italia, definita "un premio" per i sacrifici sostenuti dagli italiani negli ultimi due anni.