Ravenna, (TMNews) - La decisione del Consiglio direttivo della Banca centrale europea di mantenere "tutti i tassi di interesse chiave ai livelli attuali, o più bassi per un protratto periodo di tempo" va nella "direzione giusta" per "stimolare l'economia europea". Lo ha detto il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, che commentando le parole del presidente Mario Draghi ha ricordato che tutti i paesi europei sono in recessione, compresa la "virtuosa Germania". "Credo che quella di Draghi sia una riflessione corretta - ha detto Squinzi a margine dell'assemblea di Confindustria Ravenna -. In questo momento è in recessione tutta l'Europa" perché "nel momento in cui per il 2013 è atteso il Pil in calo dello 0,5%, vuol dire che siamo un'area economica che è tutta in recessione; persino la 'virtuosa' Germania, che ha fatto tutte le riforme e che si comporta benissimo su tutto, quest'anno avrà una crescita dell'ordine dello 0,3/0,4% e non è una vera crescita".Quindi "il fatto che Draghi pensi di utilizzare una politica monetaria di tassi bassi per stimolare l'economia europea - ha concluso - mi sembra che vada nella direzione giusta".