Venezia (askanews) - Il Jobs act è un "passo avanti" e il giudizio di Confindustria è "assolutamente positivo". Tuttavia, il Jobs act "non basta a far ripartire il Paese" e se questo non torna a cresce "rimane un'astrazione". Lo ha detto il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, intervenendo al convegno biennale della Piccola industria.Secondo Squinzi "è fondamentale completare il programma delle riforme", da quelle politico-istituzionali a quella della pubblica amministrazione e fisco. "Tutto ciò che funziona da piombo nelle tasche del corridore Italia che scala una montagna impegnativa - ha concluso - va eliminata".