Napoli, (Askanews) - "La questione fiscale è quanto mai viva anche se non possiamo che plaudire alla scelta del Governo e del presidente Renzi di eliminare dall'Irap il costodel lavoro". A dirlo è il leader di Confindustria, Giorgio Squinzi, chiudendo i lavori del meeting dei Giovani di Confindustria a Napoli."E' indispensabile che la pressione sia rimodulata e ridotta in modo da favorire l'espansione dell'attività d'impresa", ha aggiunto. "Non possiamo quindi che plaudire alla scelta del Governo e del presidente Renzi di eliminare dall'Irap il costodel lavoro, la più perfida delle tassazioni e - ha proseguito - di decontribuire le assunzioni a tempo indeterminato".Per Squinzi "finalmente, dopo anni di promesse, un atto che costruisce fiducia, con novità concrete". Secondo il presidente degli Industriali resta "aperto" il tema del "prelievo fiscale sui beni strumentali all'attività aziendale" come capannoni e impianti che "noi riteniamo sia una scelta sbagliata"."So, però, che anche questo è un dossier aperto sul tavolo del presidente del Consiglio. In un Paese moderno - ha concluso Squinzi - il sistema fiscale deve incentivare l'espansione del perimetro di impresa, non comportarsi come il suo freno piùrigido".