Roma, (TMNews) - Il business dei pagamenti di bollette, ricariche e bollettini del Gruppo Sisal è pari alla metà dell'intero volume d'affari: circa 6 miliardi di euro, rispetto a un miliardo di appena 5 anni fa. Dalle ricariche telefoniche agli abbonamenti Tv, dalle carte prepagate alla biglietteria ferroviaria, dalle bollette al Telepass fino ai ticket sanitari. Grazie al servizio SisalPay, il consumatore può pagare direttamente nei bar e nei tabacchi. L'impennata del volume d'affari è stata al centro del dibattito "Comodo pagare così" promosso da Sisal al Tempio di Adriano a Roma.Maurizio Santacroce, direttore divisione Digital Games & Services Sisal:"Presentiamo oggi un altro tassello della nostra strategia, che è quella di andare a servire i consumatori in maniera capillare per rendere facile la gestione dei pagamenti quotidiani. I nostri consumatori gestiscono già pagamenti per 6 miliardi di euro all'anno nei nostri 45mila punti vendita: dalle ricariche cellulari, a carte credito, pagamento bollette. Nell'ambito del percorso di ascolto dei consumatori è nata la necessità di avere una piattaforma anche digitale analogamente a quanto accade per i consumi in altri segmenti".SisalPay conta attualmente in Italia oltre 45mila punti vendita per rispondere alle esigenze di oltre 10 milioni di consumatori. E ora si prepara a espandere la propria presenza attraverso il lancio di una nuova rete di 5.000 punti vendita dedicata ai servizi di pagamento."Stiamo perseguendo un percorso di crescita che anno dopo anno vede questi numeri crescere e anche l'investimento sia sulla rete tradizionale che sul mondo digitale è volta a far crescere questi volumi".