Parigi, (TMNews) - I tedeschi di Siemens e i giapponesi di Mitsubishi sfidano General Electric e lanciano un'offerta congiunta da 14,2 miliardi per Alstom energia: un rilancio rispetto ai 12,35 miliardi dell'offerta statunitense per gli asset del gigante francese. L'intenzione dei tedeschi è di acquisire il 100% delle attività delle turbine a gas per 3,9 miliardi di euro in contanti, e il mantenimento dei posti di lavoro in Francia e Germania per tre anni, mentre il contributo cash dei giapponesi ammonterebbe a 3,1 miliardi per il controllo del 10%. I vertici dei due gruppi hanno presentato il progetto al presidente francese Francois Hollande all'Eliseo."Nel settore dell'energia, l'alleanza che proponiamo insieme a Mitsubishi darà a Alstom i mezzi finanziari e tecnologici per vincere sul mercato mondiale" ha dichiarato Gerhard Cromme, presidente del consiglio di sorveglianza di Siemens. "La proposta che abbiamo elaborato in stretta collaborazione con le autorità pubbliche e i sindacati francesi preserverà i posti di lavoro e i centri decisionali di Alstom in Francia". Il settore ferroviario resta fuori dalla proposta congiunta, ma non dai colloqui. "Siemens è determinata a creare con Alstom un campione europeo delle ferrovie ed è pronta a far confluire le proprie attività in una società comune gestita da Alstom".Il premier Manuel Valls ha dichiarato che il governo non ha preferenze tra le due offerte concorrenti.(immagini Afp)