Giappone, (TMNews) - Un'alleanza tra rivali nel settore della tecnologia: la sudcoreana Samsung entra nel capitale della giapponese Sharp, con un accordo che prevede l'acquisto di azioni di nuova emissione per 10,4 miliardi di yen (83 milioni di euro), circa 3% del capitale della società. Il produttore di tablet e smartphone diventa così più grande investitore straniero del gruppo giapponese. Un'intesa che secondo Sharp aiuterà il gruppo a risanare una situazione finanziaria in difficoltà, aumentando la fiducia reciproca: il colosso sudcoreano beneficia infatti della tecnologia alla base del display a cristalli liquidi, che può essere sfruttata su tablet e smartphone. Samsung ha spiegato l'investimento con la necessità di assicurare una fornitura costante di schermi Lcd da aziende diverse. Una boccata d'ossigeno che, secondo gli analisti, non risolverà tutti i problemi di Sharp, costretta a tagliare 5mila posti di lavoro dopo l'annuncio di perdite raddoppiate a 4,6 miliardi di dollari negli ultimi nove mesi del 2012.(immagini Afp)