Roma, (askanews) - "La formazione di una nuova classe dirigente è un elemento fondamentale. Quello che servirebbe in Italia è puntare di più sulla capacità, sull'esperienza, sulla meritocrazia, e sui valori etici che la classe dirigente deve avere per guidare il paese". "L'impresa può mettere a disposizione tutte le metodologie di selezione, formazione e crescita della classe dirigente, nonchè molti manager capaci che potrebbero essere messi a disposizione della cosa pubblica". E' quanto ha affermato Luca Maria Scanu, consigliere delegato di Data Management HRM, intervenuto alla tavola rotonda organizzata a Roma per tracciare un'analisi aggiornata della classe dirigente italiana, intitolata "Chi guiderà l'Italia del futuro? Percorsi di selezione della nuova classe dirigente".