Napoli (TMNews) - Li chiamano "saldi gelati"; la falsa partenza degli sconti estivi, per il 2013, è un fenomeno diffuso e trasversale che taglia tutta l'Italia da Nord a Sud e non guarda in faccia nessuno. Ne sono colpiti, chi più chi meno, quasi tutti i settori. Da Milano a Roma, da Palermo a Napoli, città alla quale si riferiscono queste immagini, la costante è unica: i portafogli degli italiani sono sempre più vuoti. Risultato: negozi semi-deserti e commercianti delusi.Il fatto, forse, è anche che ormai i saldi non sono più considerati, come una volta, il momento per togliersi un capriccio a buon mercato quanto un'occasione per comprare lo stretto indispensabile cercando di risparmiare il più possibile. Il commento di Rosario Stornaiuolo, presidente di Federconsumatori Campania."Non è riuscita- dice - almeno fino adesso, la ventata dei saldi, a recuperare i mancati acquisti durante l'anno".Secondo i primi dati di Fismo-Confesercenti, in realtà, non si può parlare di un vero e proprio di flop. La partenza dei saldi è grosso modo in linea con quella del 2012. Quello che è cambiato forse è l'atteggiamento dei consumatori, più attenti negli acquisti, magari di capi di qualità destinati a durare più a lungo nel tempo.