Mosca (TMNews) - Nuovo record storico negativo per la divisa russa contro il dollaro, sullo sfondo delle nuove sanzioni occidentali: la moneta Usa ha superato per la prima volta nella storia i 38 rubli (38,03).Il nuovo minimo storico della divisa russa, sull'onda delle sanzioni dell'Unione europea entrate in vigore contro Mosca a causa della crisi ucraina, trascina anche la perdita di terreno del rublo sull'euro il cui cambio si fissa a 49,24.Al netto della crisi ucraina, la moneta russa vive da mesi una stagione di debolezza, con spiegazioni contrastanti da parte delle autorità, tanto che qualcuno ipotizza che questa debolezza sia artificiale, al di là dei contraccolpi subiti in seguito alle sanzioni.Il rublo debole secondo alcuni esperti russi infatti non è più un allarme rosso, come in passato quando il deprezzamento della divisa nazionale fu l'incipit nel 1998 del default del debito pubblico. Contribuirà invece a ridurre la dipendenza dalle importazioni, a favorire le esportazioni e ad aumentare la fiducia. Insomma Mosca non intende aiutare il rublo non perché non possa farlo, ma perché non vuole farlo.(Immagini Afp)