Mosca (TMNews) - L'energia parla sempre di più in russo. La major Rosneft, infatti, ha concluso tutte le formalità legali e finanziarie per l'acquisizione del 100% del capitale della società russo-britannica TNK-BP dalla britannica BP e dal consorzio russo AAR. L'affare, del valore complessivo di 56 miliardi di dollari, fa così nascere la più grande compagnia petrolifera quotata al mondo. Secondo il numero uno della società russa, Rosneft e TNK-BP nel 2013 produrranno 206 milioni di tonnellate di petrolio e 47 miliardi di metri cubi di gas. Grande soddisfazione a Mosca, espressa anche dal presidente Putin mentre i legami tra la Russia e la Gran Bretagna si fanno sul piano energetico sempre più stretti: British Petroleum, infatti, è adesso il secondo azionista di Rosneft.