Roma, 31 mar. (askanews) - Doccia fredda, a febbraio, per il mercato del lavoro italiano. Sembrano già sfumati i primi segnali di miglioramento intravisti a dicembre e gennaio. Torna infatti a crescere la disoccupazione mentre cala l'occupazione: a farne le spese sono soprattutto giovani e donne. I dati provvisori dell'Istat parlano chiaro. Il tasso di disoccupazione è salito al 12,7%, in controtendenza rispetto all'Eurozona dove è calato all'11,3%. Per i giovani under 25 la disoccupazione è cresciuta al 42,6%. Quanto agli occupati, in un mese sono diminuiti di 44mila unità. Di questi ben 42mila sono donne.Minimizza il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti: "in coda ad una crisi - ha detto - le cose tendono a non essere stabilizzate ed è immaginabile che ad una fase positiva possa seguire una flessione". Di tutt'altro avviso il leader del Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo che sulla sua pagina Facebook scrive: "La disoccupazione aumenta, le balle pure".