Rho, (askanews) - "Il Pd non sarà più il partito delle tasse, diventiamo il primo partito che le tasse le riduce davvero" lo ha detto il premier Matteo Renzi all'assemblea del Pd annunciando un piano che entro la fine della legislatura nel 2018 porterà alla "riduzione di tasse che non ha paragoni con la storia repubblicana". "Se riusciamo a mantenere in pista il cantiere delle riforme nel 2016 - ha spiegato Renzi - nel 2017 interverremo si Ires e Irap e, nel 2018 a conclusione di un percorso, sugli scaglioni Irpef e sulle pensioni, mantenendo la curva del debito in termini accettabili. Il mio impegno qui è fare per 5 anni una riduzione di tasse che non ha paragoni con la storia repubblicana".