Washington, (TMNews) - Primo sì della Federal communications commission, l'Agenzia statunitense per le comunicazioni, a una Rete a due velocità. La Fcc ha votato a favore di una proposta che ha suscitato discussioni, proteste e contestazioni, anche nel corso della riunione decisiva a Washington: sì a Internet più veloce, ma con la possibilità di regolare l'accesso per proteggere i dati. In pratica si mantengono alcuni principi della net neutrality ma allo stesso tempo si dà la possibilità ai grandi gruppi di telecomunicazioni di offrire ai loro clienti più banda e priorità sulla Rete in cambio di un abbonamento più costoso."Noi partiamo da una premessa semplice e ovvia: proteggere Internet aperto è importante per i consumatori e per la crescita economica. Noi ci dedichiamo a proteggere e preservare open Internet" ha chiarito Tom Wheeler, a capo della Commissione, respingendo le critiche della associazioni su una Rete veloce riservata a chi può pagare. "La possibilità di avere una linea più veloce, accessibile solo ad alcuni, riguarda molto persone. Personalmente non mi piace l'idea che Internet sia diviso tra chi ce l'ha e chi no, lavorerò perchè non accada". La consultazione prevede quattro mesi di tempo per presentare suggerimenti e proposte prima del voto finale.(immagini Afp)