Milano (askanews) - "Dobbiamo guardare a questi dati nel

tempo ma questo dato sulla produzione industriale è molto

positivo e quindi va apprezzato e messo dentro un contesto che

non è brillantissimo, perchè i dati sul commercio estero sono in

sofferenza". Il ministro del lavoro, Giuliano

Poletti, commenta così i dati dall'Istat sulla produzione

industriale che ad agosto è balzata al top dal 2011.

Il ministro - parlando a margine del forum "Le grandi riforme del lavoro" organizzato a Milano dalla Cassa nazionale di previdenza dei ragionieri - ha sottolineato che il dato va inserito in un quadro non ancora positivo soprattutto per quanto riguarda l'export. "Siccome abbiamo una forte componente di export, sappiamo che è lì che dobbiamo lavorare con maggior attenzione, ma credo che possiamo dire che l'incrocio dei dati sulla produzione industriale, incremento registrato nella stagione turistica di quest'anno, e i dati che arrivano dall'Istat sull'occupazione ci confermano che c'è un cambio di direzione. Stiamo crescendo in termini di numero di occupati, siamo lontani dall'aver risolto il problema, ma sicuramente i risultati li abbiamo prodotti".