Roma, 6 mar. (askanews) - Non si arresta la caduta dell'euro.Dopo esser finito sotto quota 1,10 sul dollaro, sul finale di settimana la valuta condivisa prosegue la discesa anche sotto 1,09. E' la prima volta dal settembre del 2003 e a pesare è sempre l'imminente avvio del piano di acquisti di titoli di Stato della Bce.Scatta lunedì 9 marzo. L'istituzione monetaria vuole rivitalizzare crescita e inflazione, con una manovra da 60 miliardi di euro al mese. Dato che conta di portarla avanti almeno fino a settembre 2016, dovrebbe superare la fatidica soglia dei 1.000 miliardi di euro. E in prospettiva tende a moderare la valuta di riferimento, in questo caso l'euro.Il dollaro americano all'opposto è sostenuto dalla prospettiva di future strette della Fed. E dai continui dati positivi che giungono dagli Usa: a febbraio sono stati creati quasi 300 mila nuovi posti di lavoro oltre Atlantico.