Roma (TMNews) - Le riforme devono andare avanti, a partire dai progetti per la digitalizzazione del Paese. E' il messaggio lanciato dal ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera, in vista delle prossime elezioni politiche. "Si riesce a essere un Paese innovativo, efficiente se si riesce a sfruttare fino in fondo il potenziale che viene dalla digitalizzazione della pubblica ammnistrazione". Di riforme, innovazione e Agenda digitale si è parlato in un convegno della fondazione Formiche, con parlamentari e rappresentanti delle imprese, sottolineando la necessità di proseguire gli sforzi per favorire la crescita, facendo diventare la digitalizzazione un progetto strategico per l'Italia. E per attuare l'Agenda digitale, ha detto Passera in una video-intervista, il governo sta facendo tutto il possibile e sta accelerando per realizzare i decreti attuativi. "Abbiamo fatto un cronoprogramma, come si dice nei ministeri, molto preciso. Proprio uno scadenziario, come si chiamava ai vecchi tempi, per cui entro la fine di marzo ci deve essere quasi tutto pronto".Per il prossimo governo una delle prime misure da adottare, condivisa da parlamentari e imprese, dovrebbe essere il credito d'imposta per l'innovazione. "Una delle cose che mi dolgo che non siamo riusciti a fare è il credito d'imposta per l'innovazione. E' un qualche cosa per cui sono mancate le risorse ma che considero prioritario, e quindi chiunque sarà al governo dovrà metterlo tra le prime cose per i prossimi mesi".