Roma (askanews) - La comunicazione commerciale alla sfida del web: è la storia di successo di Pagine Sì, che ha distribuito nel 2014 8 milioni di elenchi telefonici business in 72 edizioni per altrettante province, con 55 mila clienti (soprattutto Pmi), 400 agenti e un fatturato di oltre 23 milioni, un utile di 2 e una crescita dell'8% rispetto al 2013. "Siamo nati nel 1996 - dice Sauro Pellerucci, ad e azionista di Pagine Sì in questa videointervista - e da allora abbiamo portato per mano i nostri clienti dalla comunicazione cartacea verso i nuovi strumenti del web. Siamo un elemento stabile in un mercato che è difficile per tutti. E i risultati ci danno ragione: nel 2008, prima della grande crisi, fatturavamo la metà di oggi. Crediamo nel multimediale, quindi pensiamo che la carta non morirà, ma sarà affiancata da strumenti specializzati sul web, soprattutto attraverso i social network. E pensiamo che sul web la capacità di comunicare non passi solo per la pubblicità di prodotto, ma debba muoversi verso l'informazione aziendale a 360 gradi, informazione che deve arrivare forte e chiara ai consumatori, sempre più attenti e interessati a conoscere le aziende a cui si rivolgono". Pellerucci è anche autore di libri: ne ha scritti tre e l'ultimo si intitola "Dialoghi, monologhi e chiarissimi silenzi" un dialogo tra un imprenditore, un ingegnere e un sacerdote missionario. "In questo libro - dice ancora Pellerucci - cerco di esplorare i limiti umani che ci portano a cimentarci anche al di fuori delle nostre attività quotidiane: il libro parla della componente divina che è in noi e che possiamo ascoltare se stiamo attenti. Proprio il fatto che io, che mi occupo di comunicazione pubblicitaria, abbia potuto scrivere un libro come questo dimostra che forse c'è davvero una scintilla divina in ciascuno di noi".