Milano, (TMNews) - Gli Internet Media sono diventati grandi. Il giro d'affari che hanno generato in Italia nel 2013 è ormai vicino ai 2 miliardi di euro, 1 miliardo e 86 milioni per la precisione, con una crescita del 18% rispetto al 2012. Un risultato particolarmente importante perchè inserito in una scenario di ulteriore contrazione del mercato dei media complessivo, attestatosi nel 2013 a 15,2 miliardi con una contrazione di circa il 5 per cento sull'anno precedente.Ad annunciare questa sorta di raggiunta maggiore età per gli internet media è l'ultima edizione dell'Osservatorio New Media & New Internet del Politecnico di Milano, presentato nelle aule del Campus Bovisa da Andrea Rangone, responsabile scientifico dell'Osservatorio: "E' proprio vero i new media sono diventati grandi - dice - un mercato che nel 2013 ha avuto un valore di 1,9 miliardi circa che nel 2014 prevediamo possa superare i due milardi di euro. Un valore di mercato consistente: se lo misuriamo sul totale del mercato media, vale intorno al 12 per cento".Ma come si era già detto il mercato dei media tradizionali continua inesorabilmente la sua contrazione. Secondo una stima valida però negli States per ogni dollaro di valore creato nei media digitali se ne distruggono 10 nei media analogici. Una tendenza inesorabile. Ma dall'Osservatorio emergono anche ipotesi sulle possibili strategie che gli editori possono seguire. "Sicuramente una linea guida si può dare - conclude Rangone - esplorare in modo più allargato quello che accade nel mondo dei contenuti editoriali in senso lato per vedere se ci sono ambiti nell'entertainment e nell'e-commerce che possono essere aggrediti da editori tradizionali facendo leva sulle proprie risorse".