Roma (askanews) - Nsa Soluzioni Assicurative lancia il nuovo rating assicurativo per le piccole e medie imprese. Un'idea presentata a Roma che si profila come uno strumento vantaggioso per le banche e le aziende. Come spiega il presidente della società Federico Papa.

"E' un'iniziativa molto importante - afferma Papa - che abbiamo fatto insieme all'università Cattolica di Milano. Che cos'è il rating assicurativo? Altro non è che un giudizio di valore, espresso in numero, che certifica la qualità della tutela assicurativa che ha predisposto l'azienda, importante ovviamente per la continuità aziendale. Questo rating assicurativo andrà a supporto del rating finanziario in modo tale che le banche, oltre alla valutazione del passato delle aziende, quindi oltre a valutare i bilanci e gli indici di bilancio, avranno anche contezza di come l'impresa ha deciso di tutelare la propria attività nel futuro, cioè tutela della continuità aziendale".

Il rating fa parte del più ampio progetto "Azzerapensieri", che ha l'obiettivo di creare un nuovo modello di rapporto tra istituti di credito e imprese, basato su informazioni abbondanti e sempre aggiornate.

"Informiamo sia la banca che l'impresa - sottolinea il presidente - di come sarà il futuro dell'impresa, in modo tale che la banca possa avere contezza dei concorrenti che ha la singola impresa, prima della valutazione e quindi prima dell'erogazione e continuamente per tutta la durata del finanziamento. Concorrenti, principali fornitori, certezza delle garanzie assicurative e anche potranno confrontare l'andamento quadrimestrale rispetto al business plan presentato dall'azienda. In modo tale che, grazie a queste informazioni, potranno identificare eventuali problematiche prima che diventino effettivamente sofferenze".

Il progetto è già decollato e sta dando i primi frutti. "Andremo a finanziare - conclude Papa - anzi abbiamo già iniziato a settembre una fase test, le coperture assicurative danni delle imprese a interessi zero e a zero garanzie personali. Abbiamo già iniziato e abbiamo finanziato un milione e mezzo di premi, equivalenti a 16 aziende. E' un inizio a nostro parere molto confortante e pensiamo di estendere tutto questo servizio all'intero territorio nazionale".