Milano (askanews) - Nella settimana del Design Milano è una città in cui risplendono la creatività e il lusso. Ma anche nel quadrilatero della moda ci si può imbattere in storie che, accanto all'estetica, coltivano anche l'impegno. Carlo Traglio è il presidente dell'azienda orafa Vhernier, che sostiene un progetto architettonico innovativo per le township del Sudafrica. "Io penso - ci ha detto - che la responsabilità sociale debba far parte del Dna dell'imprenditore, non è più possibile pensare al solo business. Business per business lo facciamo in un altro modo".Per questo la collaborazione con l'architetto Alfredo Brillembourg per creare nuove abitazioni destinate a cambiare il volto delle baraccopoli africane. "Quando si riescono a realizzare questi progetti - ha aggiunto Traglio - si vede il sorriso della gente, e questo fa tutta la differenza. L'imprenditore non può essere soddisfatto solo del proprio ritorno economico. Questo è qualcosa che fa parte comunque dell'impresa, ma l'impresa non può vivere oggi, io credo, esclusivamente pensando al ritorno economico. Bisogna lavorare anche pensando agli altri".Un messaggio che, in tempi di Expo, acquista, se mai ce ne fosse bisogno, ancora più risonanza.