Siena, (askanews) - L'home banking ha ormai rimpiazzato le più comuni operazioni su carta e le nuove tecnologie permettono di affiancare al personale strumentazioni all'avanguardia. E' con questo spirito che il Monte dei Paschi ha inauagurato a Siena la sua prima filiale completamente high tech, in piazza Tolomei. Tra un caffè e l'acquisto di un biglietto del circuito museale, si può ad esempio stipulare una polizza con un consulente remoto, come ha spiegato Marco Bragadin, responsabile rete e retail Mps."Di fatto è una videoconferenza in alta risoluzione con la possibilità di interagire con un esperto, perché non sempre tutte le competenze di cui quel cliente ha bisogno sono in filiale, ma così facendo riusciamo a mettere a disposizione le migliori competenze che abbiamo nella banca".Un ambiente al passo coi tempi, quello della filiale 2.0, che non mette però da parte il fattore umano, ha sottolineato l'ad del Monte dei Paschi Fabrizio Viola:"Il nostro obiettivo è far dirottare sulle macchine la maggior parte delle attività transazionali e far occupare la maggior parte del tempo dei clienti e dei colleghi sulle attività di consulenza che poi è il vero valore aggiunto che una banca può dare".Dopo il lancio dell'apripista senese, la prossima tappa è l'apertura di una filiale con le stesse caratteristiche a Milano, in tempo per Expo 2015.