Roma (askanews) - Il bilancio previsionale sul 2015 presentato dall'Italia "non può essere considerato totalmente conforme con le regole europee". Lo ha affermato il Commissario agliAffari economici e fiscali, Pierre Moscovici durante una conferenza stampa a Bruxelles aggiungendo che la commissione "valuterà la situazione italiana a inizio marzo 2015", insieme a quella di Francia e Belgio."Abbiamo dato più tempo per fare gli opportuni aggiustamenti. Il tempo che resta però non può essere sprecato, bisogna che le cose avanzino da qui a marzo, o la Commissione non esiterà ad assumersi le sue responsabilità" proseguendo con le procedure d'infrazione, ha poi ammonito il commissario Pierre Moscovici.L'esame avverrà dopo "l'approvazione delle leggi di bilancio e delle previste specifiche dei programmi di riforme strutturali" per cui i tre Paesi "si sono impegnati ai più alti livelli"."Potrebbe essere chiesto un piccolo sforzo supplementare - ha poi ulteriormente puntualizzato Moscovici - siamo in un dialogo costruttivo con il governo italiano".(immagini AFP)