Milano, (TMNews) - L'Italia "è in ritardo" nel sistema di previdenza, ma ci troviamo "in una fase di crisi economica che sta durando in modo particolarmente pesante e il Paese ha profonde problematiche quindi in questa fase è più difficile prevedere interventi che diano significative svolte a questo tema". Lo dice Aldo Minucci, presidente di Ania, l'Associazione nazionale delle imprese assicuratrici, a margine della Giornata nazionale della previdenza a Milano. Oggi, dice, "è difficile invitare le imprese a favorire un'allocazione di risorse nei rinnovi contrattuali in queste forme di previdenza". Per quanto riguarda i ritardi accumulati nei confronti degli altri Paesi "questi - secondo Minucci - incidono sulla competitività del nostro sistema economico: dunque se non imbocchiamo questo sentiero accumuliamo componenti che sarà sempre più difficile da recuperare".