Rho (askanews) - La più veloce tra le moto esposte a Eicma, principale rassegna mondiale dedicata alle due ruote in corso a Milano, è probabilmente questa Aprilia Rsv4 Rf, capace di spingere fino a 270 chilometri orari. La più potente è invece la Kawasaki Ninja H2r, che nasconde sotto la carena 314 cavalli. Ma se si parla di stile ed esclusività perfino i 203.000 euro necessari per comprare questa Honda Rc 213 Vs rischiano di non bastare per mettere il proprietario al riparo dalla possibilità di incrociare una moto uguale. Per essere davvero sicuri di avere una due ruote unica non resta che la customizzazione, una moda degli ultimi anni che ha fatto la fortuna di aziende italiane come Rizoma, passata dai 13 dipendenti del 2007 agli 80 di oggi come racconta il direttore vendite Alessandro Taglioretti:"Abbiamo subìto una crescita impressionante, abbiamo coperto tantissime aree nel mondo, abbiamo raccolto il favore di tantissimi appassionati. Nel momento in cui la vendita delle moto è calata molti, per costrizione, hanno mantenuto la propria, ma hanno deciso di abbellirla scegliendo prodotti di qualità, il meglio".L'azienda, con sede nei pressi di Malpensa e showroom a Beverly Hills, è ormai una multinazionale del design, specializzata nella produzione di accessori in alluminio."Si può cominciare a giocare con poche centinaia di euro fino ad arrivare a qualche migliaio".E anche nel 2015, nonostante il mercato italiano delle moto abbia dato segnali importanti di crescita, +14% esclusi scooter e motorini, il fenomeno delle customizzazioni non si è fermato, tanto che la fiera milanese ha dedicato mezzo padiglione a preparatori e produttori di accessori.