Il premier: "Sono una dichiarazione di guerra economica cui bisogna reagire"