Roma, (askanews) - Valter Mainetti, amministratore delegato di Sorgente Group, ci parla dell'andamento del settore immobiliare. "Per quanto riguarda l'Italia" ha detto Mainetti, "dopo l'abbattimento dei costi del 2008 i prezzi sono stabili anche se il mercato è fermo. Bisogna però dividere il mercato fra immobili 'irripetibili' che non si possono assolutamente rifare, anche se non necessariamente sono centrali, si veda l'Eur, e i 'ripetibili' che soffrono molto. Quest'anno ci sono i primi segni di ripresa considerando l'erogazione dei mutui". Per aiutare il settore ci possono essere degli interventi: "un riordino di tutta la normativa fiscale, che è sicuramente ececssiva sulla casa ed è abbastanza disordinata e anche contraddittoria; però c'è anche da dire che c'è un timore diffuso, soprattutto dopo questa 'aggressione' fiscale, per cui chi ha la casa se la tiene e non la vende, chi la vuole aspetta lo stesso. Questo crea un clima di incertezza anche in altri settori".Gli immobili irripetibili "risentono molto meno della crisi, anche all'estero. In questi momenti i grandi investitori internazionali investono anche in immobili, ma devono essere immobili esclusivi". Sorgente Group "ha in previsione la quotazione in Borsa, penso che nel 2015 arriveremo al traguardo".