Washington (TMNews) - La locomotiva americana corre più del previsto. Nel secondo trimestre il prodotto interno lordo infatti è cresciuto del 2,5%, molto sopra l'1,7% della stima preliminare di un mese fa. La prima revisione del dato, l'ultima sarà diffusa dal dipartimento del Commercio a fine settembre, ha battuto le stime degli analisti che attendevano un +2,2%. Al miglioramento hanno contribuito le esportazioni, cresciute dell'8,6%, e gli investimenti delle imprese i cui profitti sono aumentati del 2,6% rispetto al primo trimestre. Un dato che alimenta ancora più ottimismo sulle potenzialità di crescita dell'economia americana e quindi sulla capacità di creare posti di lavoro.E infatti il numero di lavoratori americani che per la prima volta ha fatto richiesta per ottenere i sussidi di disoccupazione è calato la settimana scorsa di 6.000 unità a 331.000. Numeri che indicano un'espansione del mercato del lavoro.