Roma, (TMNews) - Lo sport in Italia rappresenta l'1,6% del Pil e genera un giro d'affari di circa 25 miliardi di euro. È quanto emerge dal Focus realizzato dal servizio studi di Bnl e presentato allo Stadio Olimpico durante l'incontro intitolato "Sport, Lavoro e Responsabilità" promosso proprio nella settimana degli Internazionali di Tennis Bnl. In Italia le famiglie spendono 22 miliardi di euro per le attività sportive, pari al 2,3% del totale dei consumi. Di pari passo alle spese, cresce l'interesse per l'attività fisica: negli ultimi dieci anni il numero delle persone che si è dedicato allo sport è aumentato di 2,7 punti percentuali. E proprio del rapporto tra sport, lavoro e responsabilità sociale si è discusso all'incontro promosso dalla Bnl. Fabio Gallia, amministratore delegato di Bnl:"Riteniamo lo sport un fattore di crescita, anche economica, oltre che a un fattore formativo per i giovani. E quindi abbiamo organizzato questo incontro con varie personalità, del mondo dello sport, dell'economia e delle istituzioni, per confrontarci".Il dibattito, intitolato "Sport, Lavoro e Responsabilità" ha portato l'attenzione sul mondo dello sport come settore in grado di coniugare economia e valori.Come spiega il presidente di Bnl, Luigi Abete:"E' un messaggio di speranza per vedere che quando c'è il sole, il mondo ci sembra un po' meno grigio, un po' meno triste".